"Mascherine, Ferie e Vacanze" - Riflessioni a cura di Mantovani Paolo

La mascherina anti coronavirus è diventata un pezzo di moda , uno stile di vita e di costume.
Essa è colorata, disegnata, firmata e a volte con annesso logo. Alle volte non è indossata alla perfezione ma è diventata un indumento di stile. L’attrezzo, per eccellenza, anti-coronavirus, a detta dai virologi dovrebbe essere quello della mascherina “chirurgica” o quella marcata FFP2 o quelle FFP3.
La gente però, ormai, pretende che un simile indumento debba essere un accessorio di moda e stile.
Sono in vendita mascherine aziendali, di ristoranti, di società automobilistiche, alberghi, e gruppi sportivi oppure confezionate artigianalmente con le iniziali di chi le indossa. Si vedono signore con mascherina leopardata magari in tono con la camicetta, la gonna o gli occhiali. Per i ristoratori divengono veri oggetti testimonial. La mascherina elegante col logo del ristorante o della pizzeria sul lungo mare o delle baite di montagna per tutti gli addetti al servizio tavolo.
 
Col caldo sole e l’ansia di salutare e comunicare, non tutti però resistono a tenerla sul naso e la bocca lasciandola scivolare sotto la gola o tenendola slacciata appesa ad un orecchio o addirittura… pronta ma agganciata al braccio. Molti vacanzieri sono ligi e rispettosi: portano la mascherina fino all’ombrellone e se la tolgono solo al momento della tintarella. Il problema e’ quando si incontrano per strada o sul pontile, vacanzieri a pochi centimetri che improvvisamente si mettono a starnutire o tossire senza avere l’accortezza di proteggersi con mani o gomito. Quindi prudenza anche con la mascherina alla moda.
Altro momento catartico e’ quello dell’ordinazione al tavolo del ristorante. Va bene il distanziamento tra i tavoli, ma la mascherina alla “moda” non va tolta fino al termine della ordinazione e mantenuta sino al momento in cui si viene serviti.
 
Con la speranza di goderci una buona vacanza senza assembramenti; ben vengano anche le mascherine da esibire alla moda ma non dimentichiamo mai le giuste protezioni come il distanziamento e la detersione delle mani, quando ancora oggi il rischio di contagio può essere davanti al nostro viso.
Grazie allora mascherina qualsiasi tipo tu sia.
 
Mantovani Paolo
Preseidente Associazione Prevenzione Tumori Guastalla. 
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto