Prevenzione - Calo Malattie Oncologiche

Per la prima volta si registra una riduzione dei nuovi casi di tumore.
Dal censimento ufficiale, grazie al lavoro di AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) ad AIRTUM (Associazione Italiana Registri Tumori) si evidenzia come l’attività di prevenzione e miglioramento delle terapie generino un allungamento delle aspettative, unitamente al diffondersi di stili di vita più mirati.
Calano le neoplasie del colon-retto, dello stomaco, del fegato e prostata specie nella popolazione maschile.
Continuano invece ad espandersi, nelle donne, il carcinoma al polmone (+ 2,2% anno) per la diffusione dell’abitudine al fumo da parte del gentil-sesso. Il tumore al seno si presenta ancora il più frequente a causa della elevazione dell’età controllata (da 50-69 anni a 45-74 anni).
La sopravvivenza a cinque anni dalla sua individuazione vede, dopo la Valle d’Aosta (61%), al primo posto l’Emilia e Romagna (56%). La loro scoperta in fase iniziale ne determina fortemente le possibilità di guarigione.
 
Segnaliamo inoltre, il SI’ della Commissione europea alla commercializzazione del trattamento oncologico di precisione LAROTRECTINIB, con indicazione “agnostica”, cioè senza indicazione per uno specifico isotipo o classe di tumore, ma mirata al difetto molecolare che ne è alla base.
Il farmaco è un inibitore orale.
 
Il Presidente
Rag. Tosi Luigi  
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto